Notizie

Le attività sono sospese da qualche tempo ormai, ma le squadre non hanno mai smesso di essere in contatto. Silvia Ruggi, dell’Under 18 della San Michelese Anderlini, fa da portavoce per tutta la sua squadra e ci racconta come hanno passato questi mesi di stop.

Silvia, ormai siamo fermi da un paio di mesi, come sta andando il nuovo equilibrio casa-studio-sport?
La maggior parte di noi si sta impegnando per avere una nuova quotidianità stabile e normale possibile.

Cosa stai facendo tu, singolarmente, per tenerti in forma in questo periodo?
Mi impegno a fare attività fisica, per tenermi in forma salto la corda e, ora che ne abbiamo la possibilità, faccio lunghe camminate, sempre con con la mascherina!

Cosa state facendo come squadra per mantenervi unite e darvi sostegno?
Per tenerci in contatto ci chiamiamo spesso, tramite Facetime ad esempio, o altri mezzi online.

Siamo vicini a una parziale riapertura, quindi pian piano potremo iniziare a uscire di casa. Qual è la prima cosa che farai?
Non vedo l’ora di incontrare di nuovo i miei amici e ricominciare con il dolce tran tran della vita, ad esempio andare a prendere un cappuccino con un croissant.

Qual è la cosa che ti è mancata di più in questo periodo?
Sicuramente le persone che vedevo più frequentemente, poi la routine di tutti i giorni come svegliarsi allo stesso orario per andare a scuola, gli allenamenti.

Secondo te come andrà la prossima stagione sportiva, cosa ti aspetti o cosa ti auguri?
Mi auguro che possiamo tornare a giocare normalmente e a fare partite con altre squadre e soprattutto… poter andare a Igea Marina all’evento Young Volley on the Beach!

Facciamo un giorno: poi vorrei…
Poi vorrei fare un bagno al mare!

Infine, cosa ti ha insegnato questo periodo di isolamento?
Ogni step della vita ti lascia una lezione: ho imparato a non dare mai nulla per scontato, anche le cose più piccole e più semplici di tutti i giorni.

Un saluto dalla U18 Anderlini San michelese, andrà tutto bene!